Via Scuderlando, 292 - 37135 Verona (VR) - Via Altichiero, 40 - Zevio-santa Maria (VR)
  • Home
  • Cosa faccio
  • Minori e Adolescenti
  • Disturbi del comportamento alimentare

Disturbi del comportamento alimentare

Nell'ultimo decennio, casi clinici di anoressia nervosa ed altri disturbi alimentari sono stati sempre più  frequentemente segnalati anche in soggetti più giovani, cioè in individui in età prepuberale (dagli otto anni e prima del menarca e dei cambiamenti somatici indotti dalla pubertà).

Si è abbassata in generale l'età dell'insorgenza di tutti i disordini del comportamento alimentare, che si è spostata intorno ai 14-15 anni, con la comparsa del disturbo in bambine di 10-11 anni. Recenti studi mettono in evidenza come già al di sotto dei 10 anni inizino ad esserci i primi segnali. Il quadro clinico comporta:

  • una ideazione intensa sul cibo e le forme corporee
  • l'uso del dieting, del vomito, dell'iperattività fisica, una insoddisfazione per il proprio aspetto che si trasforma in ossessione ed intorno alla quale ruota tutto il mondo interno ed esterno.

I fattori di rischio per un esordio precoce di DCA nei bambini sembrano senz'altro aumentati: i modelli culturali della magrezza a cui sono sempre più esposti bambine/i attraverso i mass media e i messaggi che transitano negli ambienti di vita familiari, scolastici e sportivi; abitudini alimentari scorrette e sempre meno regolari in ambito familiare, l'aumento dell'incidenza dell'obesità infantile, quest'ultimo potentissimo fattore di rischio specifico per lo sviluppo di un disturbo del comportamento alimentare.

Nel caso di bambine molto piccole, preadolescenti, il riconoscimento del disturbo non è molto facile, perché la perdita di peso e la restrizione alimentare vengono spesso scambiate per inappetenza infantile, sintomi da stress, (magari per la scuola, nei passaggi scolastici). Inoltre la bambina non esplicita, come le adolescenti, in modo così chiaro la ragione per cui non mangia e cioè la paura di ingrassare.

Viene a mancare anche il sintomo di amenorrea, non avendo le bambine ancora avuto le prime mestruazioni.

Ma alcuni segnali possono rivelare il disturbo: il modo in cui mangiano, sminuzzando il cibo in pezzi piccolissimi, la lentezza del pasto, l'esclusione di alcuni alimenti, l'iperattività fisica, l'assunzione di molta acqua, un uso frequente del bagno soprattutto dopo i pasti, e poi il cambiamento psicologico che sopravviene, con una insofferenza ed una irrequietezza, che non facevano parte delle caratteristiche precedenti della bambina.

Dott.ssa Martina Gambacorta
Psicologa Psicoterapeuta a Verona (VR)

Dott.ssa Martina Gambacorta

Psicologa Psicoterapeuta a Verona (VR)

Partita IVA 04101430231
Iscritto all'Ordine degli Psicologi Veneto col n. 6291 del 22/01/2008

Info
2020. E' severamente vietata la riproduzione delle pagine e dei contenuti di questo sito.